FARM.PIAZZA REGINA MARGHERITA DEL DR. MANFREDI

registrati farmacia promozioni consigli prodotti servizi carta fedeltà contatti chi siamo

Bruciore di stomaco e reflusso gastroesofageo

Lo sai che…

A tutti può capitare di soffrire di bruciore allo stomaco, basta poco: esagerare a tavola, mangiare troppo o male o bere più del dovuto. Anche lo stress gioca un ruolo importante nell’amplificare il disagio con importanti ripercussioni sul benessere psico-fisico, infatti, si manifesta in molte persone che conducono un ritmo di vita particolarmente sfiancante. Anche il fumo, l’uso di farmaci gastrolesivi, come gli antinfiammatori e la gravidanza possono contribuire a sviluppare questa sintomatologia. Per gli anglosassoni è “heartburn”, cioè cuore che brucia. In effetti la sensazione della pirosi è proprio questa: una dolorosa percezione di fastidio retrosternale che, comunemente, noi definiamo “bruciore di stomaco”, dovuto ad una condizione di aumentata produzione di acido cloridrico nello stomaco o di riduzione dei meccanismi fisiologici di difesa della mucosa gastrica.

Lo sai che…

Per contrastare il bruciore, è importantissimo fare molta attenzione alle abitudini imparando a conoscere quelle che possono acutizzare questo disturbo:

  • Spezie, soprattutto quelle piccanti
  • Alimenti e condimenti grassi che prolungano i tempi di digestione
  • Alimenti troppo acidi come i pomodori, gli agrumi, l’aceto
  • Menta e cioccolato che tendono ad irritare la mucosa gastrica che riveste le pareti dello stomaco
  • Pasti abbondanti soprattutto di sera, evitando grassi di origine animale o cibi fritti, piatti troppo elaborati e conditi
  • Bevande gassate, quelle contenenti teina o caffeina, i succhi di frutta e gli alcol
  • Masticare chewing-gum

Ed i comportamenti virtuosi che possono prevenirlo:

  • Mangiare in un ambiente gradevole e confortevole
  • Dedicare il giusto tempo al pasto
  • Masticare lentamente
  • Bere preferibilmente acqua naturale a temperatura ambiente
  • Dopo mangiato attendere almeno tre ore prima di coricarsi
  • Abolire il fumo

Lo sai che…

Il reflusso gastroesofageo rappresenta una condizione estremamente frequente, soprattutto nei paesi industrializzati, con intensità tale da alterare la qualità della vita. Infatti, abitudini alimentari e stili di vita scorretti (come pasti troppo abbondanti e ad alto contenuto di grassi, sedentarietà e obesità) possono favorire la comparsa dei sintomi tipici del reflusso gastroesofageo, come il bruciore di stomaco accompagnato dal rigurgito acido, ovvero la risalita spontanea del contenuto gastrico in esofago. Altri fattori predisponenti responsabili di un’eccessiva pressione gastrica e addominale che favoriscono l’insorgere del reflusso gastroesofageo, includono l’obesità e la gravidanza. a malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) può essere curata con semplici accorgimenti eventualmente associati all’assunzione di farmaci di automedicazione o dispositivi medici su consiglio del Farmacista. Nel caso in cui i sintomi non migliorino è importante rivolgersi al proprio Medico curante.

Condividi


Ti può interessare anche...

Come individuare il proprio fototipo

Esistono 6 fototipi in relazione al colore della pelle e alla risposta cutanea alle radiazioni solari.

Sole e pelle

Il fattore di protezione SPF

Le proprietà protettive contro le radiazioni solari sono dovute a diverse caratteristiche del filtro solare.

Sole e pelle

Prendere il sole in vacanza ed evitare brutte sorprese

10 consigli da seguire assolutamente!

Sole e pelle

La nuova era della fotoprotezione

I prodotti solari di nuova generazione sono ecosostenibili, proteggono la pelle da radiazioni solari, microparticelle e rispettano l'ambiente.

Sole e pelle

Nutri la tua salute

Malnutrizione, ipernutrizione e iponutrizione.

Alimentazione

Quando il peso diventa un problema di salute

Sovrappeso, obesità e insulino-resistenza.

Alimentazione

Il ruolo dello stress

I comportamenti alimentari determinati dello stress sono generalmente di due tipi. Scopri quali.

Benessere

Proteggi il sistema vascolare

L’ipertensione è un importante fattore di rischio per malattie cardiovascolari, scopri come misurarla e prevenirla.

Alimentazione

L’importanza del profilo lipidico

E' un insieme di analisi del sangue per rilevare la concentrazione nel sangue di particolari grassi fondamentali per il corretto funzionamento del sistema cardiovascolare.

Alimentazione

Ogni età della vita ha delle necessità nutrizionali specifiche

La salute si costruisce nell’infanzia, si consolida nell’età adulta e si mantiene nella terza età.

Alimentazione

L’impatto dell’alimentazione sull’apparato gastrointestinale

Il benessere del nostro intestino dipende da tanti fattori, tra cui il cibo, lo stress e l’assunzione di alcuni farmaci.

Alimentazione

Uso razionale e sicurezza degli integratori

Perché risultino efficaci e sicuri l’impiego di tali prodotti deve avvenire in modo consapevole e informato.

Alimentazione

Come ritrovare o mantenere il benessere

Non è mai troppo tardi per cambiare stile di vita! Segui questa lista di accorgimenti.

Benessere

Come quantificare e monitorare il proprio peso

Tutti siamo abituati a misurare il nostro peso, ma questo è sufficiente?

Alimentazione

Il Ciclo del Capello

E’ normale perdere tutti i giorni un certo numero di capelli quando si tratta di un numero limitato e programmato.

Capelli

Le cause di una caduta eccessiva dei capelli

Oltre alla fisiologica caduta stagionale, esistono condizioni patologiche che determinano una perdita di capelli eccessiva.

Capelli

Trattamenti anticaduta

L’obiettivo principale di questi trattamenti è quello di promuovere la durata della fase anagen.

Capelli

Gli integratori per capelli

Lo stato di salute generale, l’alimentazione e l’ambiente in cui viviamo condizionano notevolmente l’attività delle cellule del bulbo pilifero.

Capelli

Diabete

Spesso il diabete è associato anche ad altri fattori di rischio cardiovascolare come ipertensione, dislipidemie, sovrappeso/obesità viscerale.

Consigli

L'igiene e la cura del nasino durante il raffreddore

Durante il periodo invernale il raffreddore non risparmia nessuno, ed i bambini piccoli, a causa del loro sistema immunitario in via di sviluppo, sono spesso soggetti a contrarlo.

Consigli